Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Maggiori informazioni".

Gli studenti dell’Istituto Principi Grimaldi di Modica hanno fatto tappa, stavolta, in Belgio per la mobilità relativa al progetto My Granny’s Dishes. Dal 15 al 19 novembre, 7 alunni, accompagnati dai proff. Raffaele Iacono e Marcello Fronte, si sono recati nella città di Geel, paese di circa 40.000 abitanti nella regione delle Fiandre, nel nord del Belgio.

Gli alunni della moderna e splendida scuola “Sint Aloysius Kogeka” hanno ospitato presso le loro famiglie sia i nostri alunni che gli altri partner, provenienti da Serbia, Turchia, Lituania e Croazia. Ciò ha permesso ai partecipanti di conoscere a fondo le abitudini e le tradizioni della gente di Geel.

Le attività relative al progetto, basato sulle tradizioni culinarie delle nostre nonne, sono state svolte sia a scuola, usando i molteplici laboratori e le ampie aule a disposizione, sia all’esterno, con la visita ad un mulino a vento presso il quale si macinava il grano o alla fattoria De Zegge, dove i partecipanti hanno imparato ad intrecciare rami di giunco per costruire ceste. Non sono mancate le visite culturali come quella all’Hospital Museum “St. Dimpna”, ricco di oggetti legati ai tempi passati, all’Abbazia di Westerlo e alla splendida città di Anversa. I ragazzi belgi hanno poi presentato ai partner una simulazione di un tipico matrimonio con balli e canti legati alla tradizione locale. Momento clou della settimana, la cooking competition, nella quale i 6 paesi partner si sono “sfidati” in una gara di cucina presentando un piatto tipico della propria tradizione culinaria; i nostri ragazzi hanno preparato una Pasta alla Norma che è stata particolarmente apprezzata dalla giuria, tanto da risultare primo piatto classificato.

Il tutto si è svolto in totale sicurezza e nel rispetto delle norme anti-Covid in vigore in Belgio; distanziamento sociale e mascherine hanno permesso di trascorrere una serena settimana in uno splendido paese ricco di cultura e tradizioni.

Prossima tappa la Croazia in primavera, per poi andare in Serbia ed infine ospitare a Modica una rappresentanza di studenti e docenti dei 5 paesi partner.

https://www.radiortm.it/2021/11/29/mobilita-in-belgio-per-il-principi-grimaldi-di-modica/

 

L’esperienza Erasmus+ continua per l’IPS “Principi Grimaldi” di Modica. Due studentesse della sede centrale e tre della sede distaccata di Chiaramonte Gulfi hanno appena partecipato alla seconda mobilità in uscita del progetto Erasmus+ “Greener together, Greener to our planet” in Bulgaria, presso la città di Sliven a 300 km circa dalla capitale Sofia.

Dal 31 ottobre al 5 novembre 2021 le cinque studentesse, accompagnate dai docenti proff. Antonio Gurrieri e Marina Tidona, hanno vissuto insieme ad altri studenti dei paesi partner provenienti da Turchia, Romania, Spagna e Bulgaria, un’esperienza formativa entusiasmante e coinvolgente che ha permesso loro di approfondire le tematiche inerenti al progetto. Temi quali la tutela e la salvaguardia dell’ambiente hanno rappresentato il trait d’union delle attività svolte durante la settimana. Sono state effettuate delle passeggiate tra i boschi del parco naturale “Sinite Kamani” nell’area di Karandila, per raccogliere, non solo rifiuti ma anche foglie e ghiande da riutilizzare durante specifiche attività svolte nella scuola ospitante, la “Hadji Mina Pashov” di Sliven. La visita didattica ad una fabbrica di smaltimento e compostaggio di materiale plastico ha permesso di conoscere meglio la realtà locale e la sensibilità del paese ospitante riguardo ai temi del riciclo. Le studentesse hanno altresì partecipato attivamente apportando un loro contributo personale attraverso una ricerca sulla gestione della raccolta differenziata nella città di Modica e in seno alla scuola. Contributo molto apprezzato durante la presentazione collegiale avvenuta nei locali della scuola bulgara e che ha concluso i lavori di questa fase del progetto. I giorni di permanenza e di convivenza tra studenti di lingue e culture diverse hanno permesso loro di comunicare non solo in lingua inglese, lingua di lavoro del progetto Erasmus, ma anche di arricchirsi linguisticamente in un'ottica plurilingue. Per il piacere di far conoscere il proprio idioma all’altro, i ragazzi hanno improvvisato lezioni di lingua spagnola, turca, bulgara, rumena e italiana. Un melting pot linguistico culturale che ha coinvolto emotivamente non solo gli studenti ma anche i docenti accompagnatori, i quali si sono dati appuntamento a gennaio per la prossima tappa della mobilità nella città di Adra, nel sud della Spagna.

La ripresa delle mobilità Erasmus+, che sono il fiore all’occhiello dell’offerta formativa dell’Istituto, infonde speranza e voglia di condivisione da parte dei ragazzi che da troppo tempo ormai sono costretti a vivere una realtà virtuale e sempre più limitante.

https://www.radiortm.it/2021/11/09/erasmus-greener-together-il-grimaldi-di-modica-vola-in-bulgaria/

Continuano le mobilità legate ai progetti Erasmus nei quali è coinvolto l’Istituto “Principi Grimaldi” di Modica.

Dal 16 al 23 ottobre 6 alunni, accompagnati dai docenti Rita Campo e Giovanni Roccasalva, sono stati accolti in Lituania, a Garliava nella scuola Juozas Luksa Gymnasium, per svolgere le attività programmate insieme agli studenti e agli insegnanti degli altri paesi partner coinvolti nel progetto “My Granny’s Dishes” (Belgio, Croazia, Serbia e Turchia).

Entusiasmo, partecipazione, solidarietà, condivisione, rispetto per le diversità, ospitalità sono state le dinamiche caratterizzanti del percorso formativo.

Notevole è stato l’apprezzamento dello stile di vita delle famiglie dove i nostri alunni sono riusciti mirabilmente ad adattarsi nonostante le differenze linguistiche e le diverse abitudini alimentari.
Tra di essi e tra i compagni degli altri paesi si è instaurato uno spirito gioioso di collaborazione, che si è espresso durante i workshops gestiti nei locali della scuola lituana, utilizzando oltre all’inglese quale lingua veicolare, anche le altre lingue dei paesi partecipanti commiste al linguaggio mimico-gestuale.

I ragazzi si sono cimentati nella realizzazione del logo del progetto, nella preparazione di una ricetta tipica di ciascun paese e nella creazione di gadget legati alle tradizioni del paese ospitante.
Grazie a queste iniziative e alle escursioni organizzate a Birstonas, a Druskininkiai e a Kaunas, tutti i partecipanti hanno potuto apprezzare la cultura, i costumi, le abitudini e le tradizioni della Lituania, oltre alle specialità culinarie e agli aspetti naturalistici che contraddistinguono il paesaggio del paese ospitante.

Positivo e costruttivo è stato anche il rapporto instauratosi tra i colleghi, che si sono scambiati idee e opinioni sia sul modus vivendi e sia sull’organizzazione scolastica, si sono confrontati sulle esperienze personali e professionali, predisponendo le aspettative auspicate nelle prossime mobilità in Belgio, Serbia e Croazia.

Il meeting conclusivo del progetto si effettuerà a Modica nel mese di maggio.

Gli stessi alunni che si sono impegnati nella mobilità in Lituania e quelli che saranno coinvolti nelle prossime mobilità attiveranno sin da ora energie e risorse per pianificare un progetto di accoglienza nel nostro istituto e nel nostro territorio ricco di storia, cultura e tradizioni.

https://www.radiortm.it/2021/10/28/mobilita-erasmus-in-lituania-per-listituto-grimaldi-di-modica/

Dopo la lunga sosta forzata di un anno e mezzo a causa del COVID-19, sono finalmente ripartite le mobilità legate ai progetti Erasmus.

Nella settimana dall’11 al 15 ottobre un gruppo di studenti e docenti dell’Istituto “Principi Grimaldi” di Modica ha effettuato una mobilità in Portogallo, assieme ad altri istituti superiori d’Europa, partner del progetto.

Sono 5 i ragazzi del Grimaldi che hanno partecipato al terzo meeting del progetto Erasmus+ “Creating Rescue Teams – Getting Ready for Natural Disasters”, accompagnati dagli insegnanti Raffaele Iacono e Valentina Bontempelli, svoltosi a Vila Nova de Famalicão, una piacevole cittadina di 130 mila abitanti, 42 Km a nord di Porto, famosa per il turismo enogastronomico con le sue cantine di Vinho Verde, ben collegata da autostrade e ferrovia alle altre località portoghesi. Una cittadina molto viva e in fase di grandi ristrutturazioni con tre università, musei, un centro di aggregazione giovanile dotato dei più moderni strumenti di comunicazione e un enorme splendido parco cittadino dove rilassarsi immersi nel silenzio e nel verde a due passi dalla moderna scuola D. Sancho I sede di questo meeting. Con i suoi enormi spazi, laboratori molto attrezzati, palestre interne ed esterne, biblioteca, mensa ed auditorium la scuola ha organizzato una mobilità ricca di eventi e visite, nel pieno rispetto della normativa anti-COVID. Dopo il saluto di benvenuto del sindaco e la visita del municipio, sono iniziate le attività di workshop con la presentazione dei lavori svolti dai vari team partecipanti Romania, Polonia, Turchia, Italia e Portogallo: il primo tenutosi a scuola sui più comuni disastri naturali nei vari paesi, dalle alluvioni in Polonia, ai terremoti in Turchia, alle frane in Romania e alla siccità e le ondate di calore in Italia; il secondo nella sede dell’università CESPU con la simulazione di primo soccorso e massaggio cardiaco in situazioni di emergenza; il successivo nelle acque dell’oceano Atlantico a Matosinhos con una lezione pratica di Surf e la simulazione di salvataggio in mare ed infine nella sede dei vigili del fuoco un workshop dal titolo “How to be a fireman”.

I workshops si sono alternati a visite guidate nella cittadina di Famalicão, oltre alle splendide Braga a Guimarães e infine a Porto, con i suoi ponti sul fiume Douro, cantine del famoso vino liquoroso, chiese, e le tante strade che si arrampicano su per la città. Il momento finale del progetto ha visto infine tutti i team riuniti nella mensa della scuola dove si è svolta la cena internazionale, a base di piatti tipici dei vari paesi, preparati dai ragazzi, seguita da balli e canti in un clima di amicizia rispetto.

Tutte le attività sono state accolte con entusiasmo dai ragazzi che hanno partecipato e socializzato, mettendo in pratica le loro competenze in lingua inglese, lingua ufficiale dei progetti Erasmus e rispondendo bene a quelli che sono gli obiettivi dell’Unione Europea di sviluppo delle abilità comunicative, interpersonali e interculturali.

https://www.radiortm.it/2021/10/21/riprendono-le-attivita-erasmus-per-il-grimaldi-di-modica/

« ASK#PLUS: Acquiring Skills, Knowledges and Competences in Tourism via Learning Mobility»

l Programma Erasmus+ è il programma dell’UE nei settori dell’Istruzione, della Formazione, della Gioventù e dello Sport per il periodo 2014-2020 (Regolamento UE No. 1288/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’11/12/2013). Il programma sostiene le azioni, la cooperazione e gli strumenti coerenti con gli obiettivi della Strategia Europa 2020 e le sue iniziative faro, come Youth on the Move e l’Agenda per la Strategia ET2020.

In questo quadro, le attività di mobilità internazionale nel settore dell’istruzione e della formazione (VET), svolgono un ruolo fondamentale nel fornire ai giovani (studenti, tirocinanti e apprendisti) e al personale (insegnanti, formatori e persone che lavorano in organizzazioni attive nei settori dell’istruzione e della formazione) i mezzi necessari per partecipare attivamente al mercato del lavoro e alla società in generale. Tali attività di mobilità perseguono i seguenti obiettivi:

  • Sostenere i discenti nell’acquisizione di competenze in modo da migliorare il loro sviluppo personale e la loro occupabilità nel mercato del lavoro europeo;
  • Sostenere lo sviluppo professionale di coloro che lavorano nei settori dell’istruzione e della formazione in modo da rinnovare e migliorare la qualità dell’insegnamento e della formazione in tutta Europa;
  • Rafforzare le competenze dei partecipanti nelle lingue straniere;
  • Aumentare la consapevolezza e l’accezione dei partecipanti riguardo altre culture e altri paesi, offrendo loro l’opportunità di costruire reti di contatti internazionali, per partecipare attivamente alla società e sviluppare un senso di cittadinanza e identità europea;
  • Aumentare le capacità, l’attrattiva e la dimensione internazionale delle organizzazioni attive nei settori dell’istruzione e della formazione in modo da renderle in grado di offrire attività e programmi che rispondano meglio alle necessità degli individui, all’interno e fuori dall’Europa;
  • Rafforzare le sinergie e le transizioni tra apprendimento formale, non formale, formazione professionale, occupazione e imprenditorialità;
  • Assicurare un miglior riconoscimento delle competenze acquisite durante periodi di apprendimento all’estero.

Nell’ambito del programma Erasmus+ l’IPSSAT “R. Chinnici” di Nicolosi (CT) ha ricevuto, per l’anno 2018, un contributo pari ad € 652.694,00 per cofinanziare lo svolgimento di n. 96 mobilità della durata di 1 MESE (30 giorni) destinate agli studenti delle classi quarte e di n. 80 mobilità della durata di 3 MESI (90 giorni) destinate ai neodiplomati (diplomati da non più di 12 mesi), da svolgersi presso un’organizzazione/azienda partner dei Paesi partecipanti al progetto. Le mobilità sono riservate agli studenti delle classi quarte e ai neodiplomati dei 6 Istituti scolastici di invio, partner del progetto.

Una di queste mobilità riguarda 8 alunni frequentanti le classi quarte dell’Indirizzo Servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera del “Principi Grimaldi” di Modica. Si svolgerà a Malta dal 15 giugno 2019 al 15 luglio successivo.

Inoltre, una mobilità è riservata a uno studente con bisogni educativi speciali (BES), frequentate la classe quarta del Principi Grimaldi. L’alunno verrà individuato dai Consigli di Classe e dal Dirigente Scolastico sulla base dei rispettivi P.E.I degli aventi diritto (livello di partenza in termini di attitudini, abilità, conoscenze e competenze; gli ambiti di autonomia da potenziare; il progetto di vita professionale conseguente al diploma).

QUI il bando e gli allegati.

L’Istituto di Istruzione Superiore “Principi Grimaldi” Partner del progetto Erasmus+ KA1 VET

«AGRINNOVATION: Transfer of New Competences in Agriculture for Economic and Social Development in Rural Areas

N. 2018-1-IT01-KA102-006308

 

Co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus+

Ambito Istruzione e Formazione Professionale (VET)

Mobilità individuale a fini di apprendimento (KA1)

 

Valutato dagli esperti valutatori indipendenti quale uno tra i migliori progetti Erasmus+ KA1 VET Learners and Staff 2018, con un punteggio complessivo pari a 100/100, il progetto AGRINNOVATION, promosso dall'Istituto di Istruzione Superiore "G. Minutoli" di Messina presiduto dal Prof. Pietro G. La Tona  e coordinato da REATTIVA, vede coinvolti 13 Istituti Agrari Siciliani – fra cui l’Istituto “Principi Grimaldi di Modica - ed un ampio partenariato rappresentativo dei massimi esponenti dei sistemi IFP e del mondo del lavoro: enti e organizzazioni capaci di assicurare una forte connessione con il tessuto socio-economico di settore a livello locale e regionale.

Il progetto AGRINNOVATION - in linea con gli obiettivi del Programma di Sviluppo Rurale 2018-2020 della Regione Sicilia – è finalizzato a sostenere la modernizzazione dell'offerta formativa degli Istituti Tecnici Agrari siciliani, in modo da formare futuri operatori del settore maggiormente qualificati ed in grado di portare innovazione, crescita e rilancio del settore agricolo e rurale regionale. Questo obiettivo viene perseguito mediante un’esperienza di mobilità che consiste in un tirocinio all'estero di 4 settimane per 104 studenti delle classi quarte e di 15 settimane per 78neodiplomati (mobilità ErasmusPro). I Paesi ospitanti sono: MaltaSpagna, FranciaPortogallo e Regno Unito.

Il programma di lavoro – oltre ad approfondire le conoscenze linguistiche e culturali del Paese ospitante – prevede un’esperienza di tirocinio presso aziende selezionate del settore agrario e agroindustriale, finalizzata ad acquisire conoscenze e abilità dell’area professionale, confrontare le diverse tecniche professionali ed apprendere informazioni su quelle che sono le produzioni agricole che caratterizzano le realtà dei Paesi ospitanti.

Il progetto promuove, inoltre, il confronto e il trasferimento di buone prassi formative mettendo in relazione il nostro sistema IFP con il sistema formativo e lavorativo di altre realtà europee e contribuisce al consolidamento del sistema ECVET (European Credit System for Vocational Education and Training).

In breve, i risultati attesi del progetto sono quindi i seguenti:

  •  miglioramento dell’occupabilità dei partecipanti, incentivando le prospettive di carriera in un settore in forte crescita;
  •  rendere capaci i partecipanti di gestire la propria preparazione e di investirla nella creazione di attività innovative nel settore agrario e agroindustriale;
  •  fornire i territori coinvolti di competenze innovative utili allo sviluppo e alla competitività del settore di riferimento.

QUI il bando e gli allegati

Contattaci

Viale degli Oleandri 19
97015 MODICA (IT)
+39 0932.762991
+39 0932.761689

  rgrh020005@istruzione.it

Unisci alla nostra comunità

Registrati per ricevere nostre notizie