Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Maggiori informazioni".

Notizie

Notizie (56)

Notizie di eventi e di attività riguardanti il nostro Istituto

Il Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione (SIAN) di Ragusa in collaborazione con l’Associazione Italiana Celiachia Sicilia APS (AIC Sicilia Aps) e l’Istituto Professionale di Stato “Principi Grimaldi” - Modica  effettua corsi formativi sulla celiachia, nell'ambito delle attività di formazione e aggiornamento professionale rivolte ad operatori della ristorazione. A queste figure professionali e agli studenti di 5° anno  degli Istituti Alberghieri sono rivolti specifici incontri formativi della durata di ore sei (teoria e pratica con valutazione finale). In esecuzione alla delibera dell’ASP di Ragusa n° 374 del 26/02/2021, sono stati programmati 8 corsi di formazione ed aggiornamento professionale per la preparazione di pasti senza glutine. Chi opera nel campo della ristorazione deve avere competenze specifiche, acquisite seguendo un adeguato percorso di formazione e addestramento su problematiche nutrizionali (celiachia ed allergie alimentari) e rischi sanitari annessi.

SENZA GLUTINE E TERRITORIO

Il corso proposto vuole, anche, favorire la scoperta della gastronomia costituita da piatti semplici e sani, valorizzare i cibi non processati, incoraggiare l’abbandono del cosiddetto cibo spazzatura e aiutare a riscoprire la tradizione di fare per sé e per gli altri piatti semplici e genuini, utilizzando le tante materie prime naturalmente prive di glutine.

A CHI SONO RIVOLTI I CORSI

I corsi di formazione specifica sulla celiachia, sono rivolti  agli studenti del 5° anno degli Istituti alberghieri e agli operatori del settore alimentare appartenenti all’area della ristorazione collettiva (mense scolastiche, ospedaliere, aziendali, ecc.), all’area della ristorazione pubblica (ristoranti, pizzerie, bar, bed & breakfast, alberghi, grande distribuzione, gastronomie, gelaterie, laboratori artigianali, panifici, macellerie, ecc.).

In modo particolare i soggetti interessati sono: il responsabile dell’attività o un suo delegato, il responsabile dell’autocontrollo, il personale addetto allo stoccaggio dei prodotti senza glutine, il personale che trasporta alimenti senza glutine, il personale direttamente coinvolto nelle preparazioni (chef, pizzaiolo, capo cuoco, cuoco, ecc.), il personale direttamente coinvolto nella somministrazione.

OBIETTIVI FORMATIVI:

Il percorso formativo in particolare si propone di:

  • sensibilizzare nei confronti della celiachia i professionisti della ristorazione, incrementando sia le conoscenze teoriche sulla patologia, che gli aspetti pratici nella gestione delle esigenze di un cliente celiaco;
  • contribuire alla crescita personale degli operatori in ambito ristorativo;
  • contribuire alla creazione di nuove professionalità, legate a diversi ambienti di lavoro e al passo con i tempi, per offrire un servizio sempre più attento e sicuro agli utenti celiaci dei loro locali;
  • informare e sensibilizzare gli O.S.A. sui metodi per evitare la contaminazione con glutine nelle cucine e nelle sale dei ristoranti;
  • preparare cuochi, pasticceri, gelatieri, personale di sala ad evitare le contaminazioni da glutine nell’ambiente ristorativo;
  • preparare il personale di ricevimento ad accogliere il cliente celiaco;
  • contribuire alla formazione di esperti sulla celiachia per formare gli O.S.A alla cucina senza glutine;
  • elaborare ricette senza glutine per vivere la celiachia non come rinuncia ma opportunità di riscoprire le eccellenze gastronomiche naturalmente gluten free del nostro territorio.

 

PROGRAMMA

La parte teorica del corso prevede la trattazione dei seguenti argomenti:

-nozioni di base sulla malattia celiaca: epidemiologia, eziologia, patogenesi, clinica, terapia, incidenza nella popolazione attuale, rischio connesso alla dieta non corretta;

- caratteristiche degli alimenti naturalmente o artificialmente privi di glutine;

- modalità di prevenzione della contaminazione da glutine degli alimenti durante le varie fasi del ciclo produttivo: organizzazione del layout di cucina, il layout produttivo, tecniche e norme igieniche di preparazione e somministrazione del pasto senza glutine, stoccaggio delle derrate, sanificazione degli utensili e dei locali;

-piano di autocontrollo (HACCP): modalità di controllo del rischio glutine (procedure e azioni di monitoraggio e verifica).

 

La parte pratica del corso prevede la condivisione di comportamenti adeguati nella preparazione, nella manipolazione e nella somministrazione di alimenti senza glutine attraverso il supporto di uno chef qualificato e la eventuale visione di video in cui vengono illustrati metodologie sicure per la manipolazione dei prodotti senza glutine.

 

Il corso teorico-pratico della durata di 6 ore secondo calendario è offerto gratuitamente.

È previsto un questionario di verifica dell’apprendimento e il rilascio di un Attestato di partecipazione da parte del SIAN.

I relatori sono: Dirigenti Medici del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’ASP di Ragusa, Operatori ASP e AIC Sicilia Aps.

Perché rispettare la stagionalità dei prodotti fa bene alla nostra salute e all’ambiente.

Vi presentiamo il calendario 2021 realizzato dagli alunni della 4DE come prodotto finale di un compito di realtà progettato nell’ambito di un’Uda interdisciplinare dal titolo “La stagionalità in cucina”. Nel rispetto della natura e dei prodotti che essa ci offre in ogni stagione, gli alunni della classe hanno dato spazio alla loro creatività presentando una ricetta per ogni mese e proponendo, al contempo, una ricca varietà di primi, secondi e dolci in cui si va dal piatto semplice della nonna con le verdure di stagione al piatto più ricercato frutto della combinazione di sapori diversi e contrastanti, al piatto della tradizione tunisina. Come anche previsto da Agenda 2030, il concetto di stagionalità non riguarda solo la cucina ma investe diversi aspetti dell’esistenza umana. Rispettando la stagionalità si determina quell'equilibrio perfetto che troviamo fra la natura e l'uomo, si rispetta l'ambiente e di conseguenza si contribuisce a ridurre l’impatto ambientale.

Vi invitiamo a visionare il calendario e, perché no, a sperimentare una delle ricette, ricordandovi di abbinare il vino giusto.

E poiché vogliamo che i nostri prodotti vengano conosciuti anche all’estero, trovate la versione in lingua francese e in lingua inglese.

 

Il "Principi Grimaldi", nell’ambito delle attività relative all’orientamento in ingresso, a seguito dei recenti provvedimenti del governo nazionale e regionale che riguardano il contenimento della pandemia in atto, ha riprogrammato gli Open Day, variandoli da 'in presenza' a 'on line'. Resterà, così, possibile alle Alunne e agli Alunni delle scuole secondarie di secondo grado, nonché alle rispettive famiglie, visitare -seppur solo 'virtualmente'- l’Istituto per conoscerne l’offerta formativa.

Nel corso degli incontri 'on line' verranno presentati i percorsi di studio e l’offerta formativa dell’istituto e potranno essere visitati virtualmente i laboratori delle varie sezioni (Agrario, Alberghiero ed Ottico), nonché il Convitto annesso che, come ben noto, è in grado di ospitare fino a 50 studenti fuori sede dal lunedì al sabato.

Gli Open Day virtuali potranno essere prenotati o telefonicamente allo 0932.762991 (selezionare 1, Ufficio Alunni) o ad una delle seguenti email:

  1. per la sede di MODICA:
  • Indirizzo agrario: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Indirizzi alberghiero, ottico e manutenzione ed assistenza tecnica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Convitto annesso: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  1. per la sede di CHIARAMONTE GULFI:
  • Indirizzo alberghiero: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le famiglie interessate alle iscrizioni potranno essere opportunamente supportate negli adempimenti relativi alla iscrizione on line dal personale dell’Ufficio Alunni che può essere contattato allo 0932.762991 (selezionare 1, Ufficio Alunni) dalle 8.30 alle 13.30 di tutti i giorni feriali e dalle 14.30 alle 17.30 di martedì e giovedì.

Anche per quest’anno Eduscopio, servizio promosso dalla Fondazione Agnelli per misurare la qualità degli istituti scolastici secondari attraverso specifici parametri, analizzando varie eccellenze scolastiche regionali, ha individuato nel “Principi Grimaldi” di Modica, con sede distaccata a Chiaramonte Gulfi, come il primo istituto siciliano per il rapporto fra diplomati e nuovi occupati. La buona notizia si “festeggia” con l’avvio di altri quattro nuovi indirizzi scolastici che si aggiungono ad alberghiero, agrario e ottico. Infatti, grazie al via libera arrivato dall’Assessorato Regionale all’Istruzione e Formazione Professionale a partire dall’anno scolastico 2021-2022 saranno attivati quattro percorsi formativi che andranno a rafforzare l’offerta dell’istituto. Si tratta dell’indirizzo di manutenzione ed assistenza tecnica, dell’istituzione dell’educandato femminile (iscrizioni entro il mese di gennaio) e di altri due indirizzi serali. Il primo riguarda il percorso di secondo livello per i servizi per l’agricoltura, lo sviluppo rurale e la silvicoltura, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montane. Il secondo percorso serale riguarda invece l’indirizzo enogastronomia e ospitalità alberghiera.

L’indirizzo “Manutenzione ed assistenza tecnica” (maggiori info) si inserisce nel quadro di recenti statistiche che rilevano come elettricisti, idraulici, termotecnici, periti elettronici ed elettrotecnici siano sempre più rari e ricercati in Italia, tanto che risulta difficile coprire un posto su quattro e ciò, nonostante, risulti facile trovare un’occupazione con retribuzioni del tutto soddisfacenti. Queste professioni sono, quindi, in grado di garantire ai giovani sbocchi lavorativi sicuri e un alto grado di imprenditorialità. È ben noto che nel settore manifatturiero le soluzioni di domani dovranno essere necessariamente di tipo olistico e che le professioni svolte dal diplomato dell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica” sono principalmente quelle di manutentore meccanico ed elettromeccanico, tecnico di produzione, montatore, installatore, tecnico di assistenza post-vendita, tecnico per il miglioramento impianti e, quindi, perfettamente congruenti con le figure di cui si rileva la carenza. Appare, quindi, del tutto evidente che l’attivazione di tale indirizzo sia più che motivata. Infatti, le competenze tecnico-professionali del futuro diplomato sono riferite alle filiere di settori produttivi trainanti (elettronica, elettrotecnica, meccanica, termotecnica ed altri) e verranno specificamente sviluppate in relazione alle esigenze espresse dal territorio.

Nasce, inoltre, una nuova opportunità. Infatti, il convitto annesso all’Istituto “Principi Grimaldi” si arricchisce dell’Educandato che accoglierà le giovani ragazze provenienti da tutta la provincia e dai territori ad essa limitrofi e che vorranno frequentare sia i corsi dell’istituto stesso che i corsi proposti da ogni scuola superiore della città, garantendo così la piena attuazione del diritto allo studio e alla libera scelta di seguire le proprie inclinazioni naturali. La prof. Lina Poidimani, responsabile del Convitto “Principi Grimaldi” indica con chiarezza quali possibilità implica la scelta di avvalersi dei servizi convittuali. Fra queste ricorda:

  • Crescere sperimentando la convivenza democratica, il dialogo, la cultura.
  • Studiare e formarsi in un sistema basato su aspetti educativo-didattici e socio-affettivi che contribuiscono ad un armonioso sviluppo della personalità.
  • Sperimentare la propria capacità di vivere in autonomia confrontandosi con gli altri.
  • Sviluppare la consapevolezza di sé nel rispetto degli altri.

I due corsi serali, servizi per l’Agricoltura e servizi enogastronomici, unici in tutta l’area iblea, sono rivolti a chi, da 16 anni in su, vuole darsi una nuova chance formativa. L’intero percorso sarà suddiviso in tre periodi didattici:

  • 1° periodo didattico, comprendente le classi prima e seconda;
  • 2° periodo didattico, comprendente le classi terza e quarta;
  • 3° periodo didattico, comprendente la classe quinta.

Dal prossimo anno scolastico sarà attivo il primo percorso didattico. Ad esso potranno accedere quanti, muniti di licenza media o di titolo straniero equipollente, hanno voglia di reinserirsi nel mondo formativo. In modo particolare, potranno usufruirne le decine di giovani drop out che, per vari motivi, hanno interrotto prematuramente il loro percorso scolastico senza riuscire ad ottenere il diploma o, peggio ancora, la qualifica professionale del terzo anno. I corsi attivati dànno anche la possibilità a stranieri immigrati di meglio integrarsi nella società, apprendendo la nostra lingua e le principali lingue comunitarie e di costruirsi un più gratificante futuro lavorativo. Infine, ci si rivolge anche agli adulti per i quali l’ottenimento di un titolo di studio o di un’ambita qualifica professionale rappresenta l’unica possibilità per migliorare la propria posizione in ambito lavorativo o professionale.

“Un’offerta formativa ancora più ampia per il nostro istituto – spiega Bartolomeo Saitta, dirigente scolastico del Principi Grimaldi – Grazie all’ampliamento autorizzato dall’Assessore Lagalla saremo in grado di incrementare ulteriormente la già nota appetibilità dei nostri corsi scolastici e di differenziare l’offerta formativa dell’Istituto. La nostra storica tradizione nel campo dell’istruzione professionale, che risale ai Grimaldi ed è vicina a festeggiare il 70° compleanno, ed il forte radicamento sul territorio sono sicuramente i fattori del successo che si rinnova di anno in anno. I due sono serali attivati dànno nuove prospettive a quanti sono impossibilitati a frequentare di giorno, a chi aspira ad un miglioramento della propria posizione sociale e lavorativa, a chi vuole riqualificarsi professionalmente e, quindi, in definitiva di investire sulla propria formazione per trovare la giusta collocazione sul mercato del lavoro, ben pronto, come certifica lo studio della Fondazione Agnelli, ad accogliere i nostri studenti”.

Oggi la più grande sfida dell’istituto Principi Grimaldi è quella di garantire a tutti una didattica universale, capace di valorizzare il talento di ogni alunno, per favorire le motivazioni per l’apprendimento. “Tra l’altro con la nascita dell’educandato femminile – aggiunge il vicepreside Orazio Licitra – saremo in grado di dare rendere disponibile alle giovani ragazze del sud est siciliano l’offerta formativa dispiegata, oltre che dal Principi Grimaldi, anche dagli istituti viciniori (come nel caso degli indirizzi coreutico e musicale del Verga). Per quanto riguarda i due indirizzi serali va sottolineato che saremo l’unico istituto in provincia di Ragusa ad offrire questa ulteriore possibilità per quanti non possono frequentare negli orari diurni ma che vogliono ugualmente formarsi in una scuola d’eccellenza”.

Una scuola, insomma, che sia sempre più collegata al territorio e al mondo del lavoro, che pone le basi affinché ciascun studente possa costruirsi un solido futuro.

Si concretizza l’accordo tra la Fondazione Its Albatros di Messina, Istituto tecnico Superiore di Messina per l’Agroalimentare, e l’Istituto Professionale “Principi Grimaldi” di Modica (Rg) per l'avvio del corso AgriFood - Made in Italy 4.0 rivolto alla formazione di esperti nelle filiere agro-alimentari.

Soddisfatto il Dirigente scolastico dell’istituto, il prof. Bartolomeo Saitta, che vede nella collaborazione con l’Istituto Tecnico Superiore un’opportunità formativa e occasione d’inserimento di figure professionali nelle aziende, e di conseguenza, il miglioramento della produttività Made in Italy.

"L'apertura della sede di Modica - afferma il Presidente della Fondazione Paolo Bitto - rappresenta un progetto che nasce per un territorio come quello ragusano che di per sé ha già un una forte vocazione agricola, alimentata dalla presenza di numerose aziende del settore con le quali poter avviare dialoghi fruttuosi.  

Allargare la rete di persone e costruire ponti tra Enti e Istituzioni pubbliche per rafforzare la presenza sul territorio siciliano di realtà formative che rispondano alle esigenze di crescita delle aziende e diano degli strumenti per il futuro dei giovani.

Durante i corsi i ragazzi potranno infatti entrare a contatto con il mondo del lavoro attraverso stage, partecipazione a fiere di settore, laboratori, visite aziendali guidate sia in Italia che all'estero, oltre che con il lavoro di aula. Una risposta di sistema flessibile e duale sostenuto anche dal Sindaco di Modica Ignazio Abbate che dichiara:

“Grazie a Its Albatros e all’Istituto professionale “Principi Grimaldi” un numero importante di giovani avrà la possibilità di specializzarsi nell’agroalimentare, nella zootecnia, nella trasformazione dei prodotti, nella lavorazione del cioccolato e poter entrare direttamente nel mondo del lavoro con quelle imprese che appoggiano il progetto. Questo è il futuro del nostro territorio: formare i giovani e metterli a disposizione delle imprese”.

Il corso, che avrà durata biennale della durata complessiva di 2000 ore di cui 640 di stage presso aziende di settore è rivolto a coloro che intendono specializzarsi nelle filiere dell'agroalimentare, acquisendone tecniche, metodi di trasformazione e produzione, distribuzione nazionale e internazionale, conoscenza dei prodotti e nuove tecnologie applicate al settore.

L'accesso al percorso è subordinato all’iscrizione che dovrà essere effettuata entro giorno 11 dicembre 2020.

Per iscrizioni e info:

https://www.itsalbatros.me.it/agrifood-4-0/

https://www.facebook.com/ITSalbatrosModica/posts/161077065710629

 

Tel. 0909432770

Tel. 0932904963 – 0932762991

Il corso avrà sede presso la sezione staccata dell'Istituto ubicata in Via sorda-Sampieri ed è rivolto a venti diplomati.

Ecco il bando e la domanda di partecipazione.

La domanda dovrà pervenire entro le 17:00 dell'11/12/2020 secondo le modalità precisate nel bando.

Graduatoria studenti selezionati.

 

 

L'Istituto sta provvedendo ad inviare nella casellla mail degli studenti e delle studentesse attivate sotto il dominio GSuite (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) le comunicazioni relative ai corsi di recupero per il raggiungimento obiettivi del PAI per le materie con insufficienze (art. 4 O.M. 11/2020).

Si invita, pertanto, l'utenza a consultarle per ottenere le informazioni necessarie.

I corsi si svolgeranno a Modica (per le classi operanti a Modica) e a Chiaramonte (per le classi di Chiaramonte) a partire dal 3/9/2020 e fino al 12/9/2020.

Le materie interessate sono Diritto e tecniche amministrative, Matematica, Italiano, Materie professionali agrarie, Francese, Scienze dell'alimentazione, Scienze e cultura dell'alimentazione e Inglese.

Si articoleranno su tre incontri da 2,5 ore ciascuno in due turni (dalle 8.00 alle 10.30 e dalle 11,00 alle 13.30).

In allegato, il quadro sinottico dei corsi attivati con l'indicazione delle classi di provenienza (classe relativa all'A.S. 2019/20) degli alunni coinvolti.

In ottemperanza a quanto previsto dall’Art. 88 del D.L. Rilancio del 13.05.2020 e dall’articolo 41 del D.L. n. 81/2008, nonché nella previsione di quanto indicato all’articolo 26, comma 1, lett. c) dell’O.M. n. 10 del 16/05/2020, e come ribadito nel paragrafo “Misure specifiche per i lavoratori” del “Documento tecnico sulla rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico per lo svolgimento dell’esame di Stato nella scuola secondaria di secondo grado” e nella nota Ministeriale n. 8464 del 28/05/2020, si dirama la circolare n. 339 sulla sorveglianza sanitaria eccezionale.

Classe Quinta A Agrario

Documento 30 maggio - Argomento assegnato ai sensi dell'O.M. 10/2020 - Presidente: Ferma Mario - Diario colloqui

 

Classe Quinta A Enogastronomia

Documento 30 maggio - Argomento assegnato ai sensi dell'O.M. 10/2020 - Presidente: Servito Alessandra - Diario colloqui

 

Classe Quinta B Enogastronomia

Documento del 30 maggio - Argomento assegnato ai sensi dell'O.M. 10/2020 - Presidente: Servito Alessandra - Diario colloqui

 

Classe Quinta C Enogastronomia

Documento del 30 maggio - Argomento assegnato ai sensi dell'O.M. 10/2020 - Presidente: Cantone Salvatore - Diario colloqui

 

Classe Quinta D Enogastronomia

Documento del 30 maggio - Argomento assegnato ai sensi dell'O.M. 10/2020 - Presidente: Cantone Salvatore - Diario colloqui

 

Classe Quinta E Enogastronomia

Documento del 30 maggio - Argomento assegnato ai sensi dell'O.M. 10/2020 - Presidente: Scivoletto Giovanni - Diario colloqui

 

Classe Quinta A Ottico

Documento del 30 maggio - Argomento assegnato ai sensi dell'O.M. 10/2020 - Presidente: Campagna Michele - Diario colloqui

 

Classe Quinta A Sala e vendita

Documento del 30 maggio - Argomento assegnato ai sensi dell'O.M. 10/2020 - Presidente: Salvo Valentina - Diario colloqui

 

Classe Quinta B Sala e vendita

Documento del 30 maggio - Argomento assegnato ai sensi dell'O.M. 10/2020 - Presidente: Salvo Valentina - Diario colloqui

 

Classe Quinta C Sala e vendita

Documento del 30 maggio - Argomento assegnato ai sensi dell'O.M. 10/2020 - Presidente: Scivoletto Giovanni - Diario colloqui

Nell’ambito del laboratorio formativo del modulo Educazione alla sostenibilità, previsto nel percorso di formazione neoassunti (AS 2019/2020), le docenti di Italiano Ottaviano Francesca, di Inglese Bontempelli Valentina e di Francese Schembari Claudia, in servizio presso l’Istituto Principi Grimaldi di Modica, hanno proposto e realizzato un progetto interdisciplinare finalizzato a far acquisire agli alunni consapevolezza sull’importanza di una alimentazione sana e responsabile, ispirata a criteri e principi di sostenibilità ambientale. Il progetto, lanciato in concomitanza con la celebrazione della Giornata della Terra, ha visto coinvolti gli alunni della classe 4EE sezione cucina della sede di Chiaramonte Gulfi. Malgrado le enormi difficoltà legate all’emergenza COVID-19, gli alunni hanno dimostrato ottime capacità di organizzazione, un buono spirito di iniziativa e buona capacità di collaborazione, adoperandosi con ogni mezzo a loro disposizione per portare a termine il compito assegnato dalle docenti della classe. Gli alunni hanno altresì mostrato grande interesse per la tematica ambientale cimentandosi in un laboratorio esperienziale che ha previsto l’ideazione e successiva realizzazione di un menu ecosostenibile con piatti il più possibili conformi ai princìpi di sostenibilità ambientale, inclusi nell’Agenda 2030. Le ricette ideate dagli alunni sono state redatte in lingua italiana e nelle due lingue straniere e sono state corredate da video, autoprodotti dagli studenti, in italiano e in lingua inglese e francese, in cui gli alunni spiegano le fasi di preparazione dei piatti, precisano l’origine del piatto e del nome, e ne indicano le caratteristiche di sostenibilità. Anche la scelta del nome dei piatti è una testimonianza dell’interesse dimostrato e dello studio e della ricerca e attenzione ai dettagli: si va dall’antipasto “Vesuvio” un rotolo di merluzzo farcito con crema ai funghi la cui forma e colori ricordano quelli del vulcano italiano Vesuvio, al primo piatto “Mer Rouge”, un primo a base di pasta fresca, le orecchiette, con salsa di cozze dove  le cozze richiamano il mare, mentre i pomodori datterini danno un tocco di colore rosso al piatto, al secondo “I Profumi del Mare” piatto a base di pesce, polpo e gambero di Mazara colorato da spezie e aromi che suggellano il connubio mare e terra, per arrivare infine al dessert “Le paradis retrouvé” una rivisitazione del classico crumble di mele proveniente dai paesi nordici europei. Ma per avere una testimonianza concreta e diretta di come i ristoratori fanno propri i principi ecosostenibili e li applicano nell’attività ristorativa, gli alunni hanno intervistato due cuochi di grande prestigio e levatura professionale, Joseph Micieli, titolare del ristorante Scjabica a Punta Secca e Andrea Saverino, cuoco toscano, titolare di un ristorante a Marina di Campo, Isola d’Elba. I video allegati sono una registrazione delle due interviste durante le quali gli alunni hanno posto delle domande ai due cuochi e hanno potuto testare e comprendere come è possibile proporre una cucina sostenibile, attenta alla selezione dei prodotti, rigorosamente locali, che propone ingredienti semplici che non alterano e nascondono i sapori e gli odori della terra e del mare, ma altresì una cucina sensibile alle problematiche ambientali attraverso l’utilizzo di attrezzature a impatto zero e con un‘attenzione particolare ai principi dell’economia circolare secondo i quali nulla si crea ma tutto si trasforma.

Contattaci

Viale degli Oleandri 19
97015 MODICA (IT)
+39 0932.762991
+39 0932.761689

  rgrh020005@istruzione.it

Unisci alla nostra comunità

Registrati per ricevere nostre notizie