Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Maggiori informazioni".

Stampa questa pagina
Notizie

PROGETTO “Circular Masterchef”

Nell’ambito del laboratorio formativo del modulo Educazione alla sostenibilità, previsto nel percorso di formazione neoassunti (AS 2019/2020), le docenti di Italiano Ottaviano Francesca, di Inglese Bontempelli Valentina e di Francese Schembari Claudia, in servizio presso l’Istituto Principi Grimaldi di Modica, hanno proposto e realizzato un progetto interdisciplinare finalizzato a far acquisire agli alunni consapevolezza sull’importanza di una alimentazione sana e responsabile, ispirata a criteri e principi di sostenibilità ambientale. Il progetto, lanciato in concomitanza con la celebrazione della Giornata della Terra, ha visto coinvolti gli alunni della classe 4EE sezione cucina della sede di Chiaramonte Gulfi. Malgrado le enormi difficoltà legate all’emergenza COVID-19, gli alunni hanno dimostrato ottime capacità di organizzazione, un buono spirito di iniziativa e buona capacità di collaborazione, adoperandosi con ogni mezzo a loro disposizione per portare a termine il compito assegnato dalle docenti della classe. Gli alunni hanno altresì mostrato grande interesse per la tematica ambientale cimentandosi in un laboratorio esperienziale che ha previsto l’ideazione e successiva realizzazione di un menu ecosostenibile con piatti il più possibili conformi ai princìpi di sostenibilità ambientale, inclusi nell’Agenda 2030. Le ricette ideate dagli alunni sono state redatte in lingua italiana e nelle due lingue straniere e sono state corredate da video, autoprodotti dagli studenti, in italiano e in lingua inglese e francese, in cui gli alunni spiegano le fasi di preparazione dei piatti, precisano l’origine del piatto e del nome, e ne indicano le caratteristiche di sostenibilità. Anche la scelta del nome dei piatti è una testimonianza dell’interesse dimostrato e dello studio e della ricerca e attenzione ai dettagli: si va dall’antipasto “Vesuvio” un rotolo di merluzzo farcito con crema ai funghi la cui forma e colori ricordano quelli del vulcano italiano Vesuvio, al primo piatto “Mer Rouge”, un primo a base di pasta fresca, le orecchiette, con salsa di cozze dove  le cozze richiamano il mare, mentre i pomodori datterini danno un tocco di colore rosso al piatto, al secondo “I Profumi del Mare” piatto a base di pesce, polpo e gambero di Mazara colorato da spezie e aromi che suggellano il connubio mare e terra, per arrivare infine al dessert “Le paradis retrouvé” una rivisitazione del classico crumble di mele proveniente dai paesi nordici europei. Ma per avere una testimonianza concreta e diretta di come i ristoratori fanno propri i principi ecosostenibili e li applicano nell’attività ristorativa, gli alunni hanno intervistato due cuochi di grande prestigio e levatura professionale, Joseph Micieli, titolare del ristorante Scjabica a Punta Secca e Andrea Saverino, cuoco toscano, titolare di un ristorante a Marina di Campo, Isola d’Elba. I video allegati sono una registrazione delle due interviste durante le quali gli alunni hanno posto delle domande ai due cuochi e hanno potuto testare e comprendere come è possibile proporre una cucina sostenibile, attenta alla selezione dei prodotti, rigorosamente locali, che propone ingredienti semplici che non alterano e nascondono i sapori e gli odori della terra e del mare, ma altresì una cucina sensibile alle problematiche ambientali attraverso l’utilizzo di attrezzature a impatto zero e con un‘attenzione particolare ai principi dell’economia circolare secondo i quali nulla si crea ma tutto si trasforma.

Letto 218 volte Ultima modifica il Mercoledì, 20 May 2020 10:01

Articoli correlati (da tag)

Video