Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Maggiori informazioni".

Dopo la lunga sosta forzata di un anno e mezzo a causa del COVID-19, sono finalmente ripartite le mobilità legate ai progetti Erasmus.

Nella settimana dall’11 al 15 ottobre un gruppo di studenti e docenti dell’Istituto “Principi Grimaldi” di Modica ha effettuato una mobilità in Portogallo, assieme ad altri istituti superiori d’Europa, partner del progetto.

Sono 5 i ragazzi del Grimaldi che hanno partecipato al terzo meeting del progetto Erasmus+ “Creating Rescue Teams – Getting Ready for Natural Disasters”, accompagnati dagli insegnanti Raffaele Iacono e Valentina Bontempelli, svoltosi a Vila Nova de Famalicão, una piacevole cittadina di 130 mila abitanti, 42 Km a nord di Porto, famosa per il turismo enogastronomico con le sue cantine di Vinho Verde, ben collegata da autostrade e ferrovia alle altre località portoghesi. Una cittadina molto viva e in fase di grandi ristrutturazioni con tre università, musei, un centro di aggregazione giovanile dotato dei più moderni strumenti di comunicazione e un enorme splendido parco cittadino dove rilassarsi immersi nel silenzio e nel verde a due passi dalla moderna scuola D. Sancho I sede di questo meeting. Con i suoi enormi spazi, laboratori molto attrezzati, palestre interne ed esterne, biblioteca, mensa ed auditorium la scuola ha organizzato una mobilità ricca di eventi e visite, nel pieno rispetto della normativa anti-COVID. Dopo il saluto di benvenuto del sindaco e la visita del municipio, sono iniziate le attività di workshop con la presentazione dei lavori svolti dai vari team partecipanti Romania, Polonia, Turchia, Italia e Portogallo: il primo tenutosi a scuola sui più comuni disastri naturali nei vari paesi, dalle alluvioni in Polonia, ai terremoti in Turchia, alle frane in Romania e alla siccità e le ondate di calore in Italia; il secondo nella sede dell’università CESPU con la simulazione di primo soccorso e massaggio cardiaco in situazioni di emergenza; il successivo nelle acque dell’oceano Atlantico a Matosinhos con una lezione pratica di Surf e la simulazione di salvataggio in mare ed infine nella sede dei vigili del fuoco un workshop dal titolo “How to be a fireman”.

I workshops si sono alternati a visite guidate nella cittadina di Famalicão, oltre alle splendide Braga a Guimarães e infine a Porto, con i suoi ponti sul fiume Douro, cantine del famoso vino liquoroso, chiese, e le tante strade che si arrampicano su per la città. Il momento finale del progetto ha visto infine tutti i team riuniti nella mensa della scuola dove si è svolta la cena internazionale, a base di piatti tipici dei vari paesi, preparati dai ragazzi, seguita da balli e canti in un clima di amicizia rispetto.

Tutte le attività sono state accolte con entusiasmo dai ragazzi che hanno partecipato e socializzato, mettendo in pratica le loro competenze in lingua inglese, lingua ufficiale dei progetti Erasmus e rispondendo bene a quelli che sono gli obiettivi dell’Unione Europea di sviluppo delle abilità comunicative, interpersonali e interculturali.

https://www.radiortm.it/2021/10/21/riprendono-le-attivita-erasmus-per-il-grimaldi-di-modica/

Contattaci

Viale degli Oleandri 19
97015 MODICA (IT)
+39 0932.762991
+39 0932.761689

  rgrh020005@istruzione.it

Unisci alla nostra comunità

Registrati per ricevere nostre notizie